Fertilità: agrumi, crostacei e uova favoriscono il concepimento

Desiderate un bambino, ma non riuscite proprio ad avere questa benedetta gravidanza? Per favorire il concepimento ci sono diversi modi e in questo caso anche l’alimentazione fa la differenza. Per esempio nella fase dell’ovulazione sarebbe meglio mangiare degli alimenti ricchi della vitamina B7 (inositolo) contenuta nel riso, nelle lenticchie, nei fagioli, nelle noci, negli agrumi, nei semi e nel melone. Sono i consigli di Zita West, esperta di fertilità inglese, che nel libro Eat yourself pregnant (come riportato dall’Ansa) dà proprio dei suggerimenti riguardo il legame tra nutrizione e concepimento.

Bisogna prima di tutto dividere il ciclo mestruale in quattro parti: nella prima è meglio ingerire cibi ricchi di vitamina B, di vitamina C e di ferro (manzo, pollo, uova, crostacei, latticini, agnello, cereali integrali, frutti di bosco, verdure a foglie verdi e kiwi), nella seconda sono preferiti gli alimenti ricchi di isoflavoni, di capsaicina e di L – arginina (tofu, anguria e cibi piccanti), nella terza il betacarotene (cavoli, zucca, carote, senape e patate) e nella quarta cibi che mantengono regolare il livello degli zuccheri nel sangue. Nel volume non ci sono solo consigli sulla fertilità, ma anche per quanto riguarda come mantenere vivo il desiderio sessuale, che, in un certo senso, aumenta o diminuisce la possibilità di gravidanza.

Per sentirsi positivi e motivati è sempre meglio avere in cucina il merluzzo, il pollo, il tonno, i crostacei, le uova, l’avocado, la carne rossa magra, la carne di tacchino, i latticini, l’avena e le banane; per migliorare l’uomo bisogna prediligere il salmone, gli asparagi, lo yogurt, le sardine e le patate; infine per favorire l’innamoramento è meglio mangiare la cioccolata. Ma sarà davvero così? Provare non costa proprio niente. Tentar non nuoce.

Foto by Facebook

Impostazioni privacy